Al Becco della Civetta- Castelmezzano (Pz)

A distanza di alcuni anni siamo tornati a Castelmezzano e il prodigio si è ripetuto. Il prodigio di un borgo incastonato come una gemma preziosa nel panorama fascinoso e selvaggio delle Dolomiti Lucane, dove i suoni, i colori e il profumo dell’aria sembrano irreali, immersi in una dimensione senza tempo che nessuno può scalfire.

Il piatto del viandante

E al suo interno un locale che è una significativa espressione della magica natura del luogo, l’albergo ristorante Al Becco della Civetta, dove la chef Maria Antonietta Santoro mantiene in vita e ripropone con inesauribile energia un antico sapere culinario, caratterizzato dal sapore unico delle materie prime rigorosamente del territorio, e dal recupero di ricette che sono autentici reperti storici. E così in una luminosa sala pranzo affacciata su uno scenario indimenticabile, gli ospiti vengono prima coccolati da Salvatore Carbone, capace di mettere chiunque a proprio agio con la sua innata cordialità, e poi possono assaggiare una ricotta di indescrivibile bontà accompagnata da un peperone crusco di rara fragranza.

Agnello alle erbe

Degno preludio per un imperdibile piatto unico che con il suo suggestivo nome evoca secolari consuetudini alimentari. Si tratta del “piatto del viandante”, ed è composto da un uovo in camicia irrobustito dalla presenza dei peperoni cruschi, della salsiccia conservata sotto sugna e della crema di patate. Un trionfo di sentori ruspanti che trova ampia conferma nell’agnello alle erbe spontanee ingentilito dall’aggiunta della scorza di limone.

Albergo Ristorante Al Becco della Civetta, vico Maglietta 7, Castelmezzano (Pz), Tel. 0971.986249,
chiusura: sempre aperto da aprile a novembre.
Carte di credito: tutte.

35-40 euro esclusi i vini.

www.beccodellacivetta.it

info@beccodellacivetta.it