Sinòdia – Corigliano d’Otranto

Siamo diretti per il pranzo nella magica atmosfera del ristorante Sinódia, nel suggestivo centro storico di Corigliano d’Otranto, dove al di là di un magnifico arco d’ingresso si aprono i fascinosi ambienti ipogei che appartenevano a un antichissimo frantoio. E il fascino si ripropone al piano superiore, sul panoramico terrazzo che funge da dehors, e che consente di sedersi a tavola circondati da ogni parte da un caratteristico scenario salentino. Qui si viene accolti con un tono di cordiale gentilezza da Eliseo Greco, e tutto sembra che sia una piacevole introduzione alla degustazione dei piatti di Samuele Toma.

Piatti nei quali la prevalente ispirazione mediterranea si coniuga con alcune concessioni alle più recenti tendenze, e con l’eleganza delle presentazioni. A partire dalla sofisticata tartare di tonno con foie gras e cupeta (torrone tipico del Salento), e dalla freschezza degli scampi e dei gamberi accompagnati dai frutti della passione e dallo zenzero. Per poi lasciare spazio al sorprendente effetto spettacolare del pumo gourmet, che comprende, tra l’altro, un delizioso tonno scottato con sale maldon e crema di fave fresche. Ma è soltanto l’inizio, perché la concretezza dei sapori, il carattere e lo stile personale dello chef emergono soprattutto nel gusto pieno dei troccoli con bisque di gamberi, tartare di tonno e pesto di pistacchi; nonché nell’interessante soluzione del calamaro alla brace con gazpacho e porro bruciato. Selezione enologica non soltanto regionale.

Sinódia, via Capiterrra 5, Corigliano d’Otranto (Le). Tel. 0836.315036 – 334.1546162, chiusura: lunedì. Carte di credito: tutte.

40-45 euro esclusi i vini.