Casa Scesciola – Minervino Murge

Un labirinto di case e di vicoli appoggiati in precario equilibrio sul dorso di una piccola altura, mentre tutt’intorno si svolge il panorama aspro e selvaggio della Murgia più verace. Ci troviamo nel magico quartiere della Scesciola, a Minervino Murge, che fa da cornice a un ristorante che riesce a interpretarne lo spirito più autentico. Si chiama infatti Casa Scesciola, e avvolge gli ospiti in una bella atmosfera casalinga, tra finestre affacciate su uno scenario unico al mondo, e arredi interni che fanno pensare a un’antica abitazione privata. Se la sala è il regno di Teresa D’Angella, ai fornelli si misura Rosario Cicchelli, per fare risuonare a ogni portata le piacevoli note della tradizione, magari con qualche tocco di moderna gentilezza.

A partire dalle fave e cicorie con cipolla e crostone di pane, dagli ottimi lampascioni con gel di mela e vincotto, e da una trippa con fagioli e polvere di olive di fronte alla quale non è possibile trattenere una lacrima di commozione.

Per poi continuare con i classici primi piatti del territorio, quali i troccoli con funghi cardoncelli e salsiccia, e le orecchiette di grano arso con cime di rape, peperone crusco e pane fritto. In alternativa preparazioni forse più raffinate ma non meno gustose, tra il flan di zucca con fonduta di caciocavallo podolico, crema di zucchine e crema di carote; e la guancia di vitello con vellutata di patate e la sua demi glace. Si chiude con lo strudel, e si possono assaggiare diverse etichette della zona.

Casa Scesciola, via Vico III Vescovado, Minervino Murge (Bat). Tel. 0883.412984. Chiusura: lunedì. Carte di credito: tutte.

30-40 euro esclusi i vini.

casascesciolaminervino@gmail.com